Novità Implantologia

Gamma protesica:
  • Connessione Exacone®
  • Codice colore verde
  • Piattaforma Standard e Large
Connessione Exacone®:
  • Eccezionale resistenza a fatica.
  • Cono Morse autobloccante
  • Platform Switching design
  • Annullamento dei micro-gap e dei micromovimenti
  • Perfetto sigillo microbiologico
Passo filettatura ravvicinato:
  • Aumenta la stabilità primaria
  • Ottimo per il carico immediato
Impianto Ø 2.9 mm:
Indicato per:
  • Creste e spazi interdentali limitati
  • Incisivi laterali superiori
  • Incisivi centrali e laterali inferiori
Materiale e superficie:
  • Titanio grado medicale 5
  • Superficie HRS microsabbiata
    (Ra ≈ 1,0)
Apice conico:
  • Migliora la capacità di penetrazione
  • Permette la sottopreparazione
    per aumentare la stabilità primaria in osso morbido
 

Impianti dentali Exacone® 2.9
Con un diametro massimo di soli 2,9 mm, sono stati progettati per avere una minore invasività in situazioni in cui le creste e gli spazi interdentali sono molto limitati e non permettono l’inserimento di impianti con diametro superiore.
Nonostante le sue ridotte dimensioni, i test a fatica effettuati in accordo alla norma ISO 14801 dimostrano una eccezionale resistenza al carico masticatorio (Test statico: 360 N - Test a fatica: 220 N).

Gli impianti Exacone® 2.9 hanno la stessa connessione interna degli impianti Exacone® Ø 3,3 mm, di conseguenza è possibile utilizzare tutta la gamma protesica del codice colore verde.

Fabbricati in titanio grado medicale 5. Superficie HRS microsabbiata, connessione cono Morse ed esagono interno.

Montati sull’innovativo carrier con codice colore; presenti due tacche di profondità a 1 e 2 mm per eventuali preparazioni sottocresta.

Forniti con il relativo tappo di chiusura sigillante in biopolimero, confezionati in ampolla di vetro sterilizzata con raggi gamma.

L’estrazione del tappo dalla culla e il suo posizionamento nell’impianto avviene tramite lo strumento per tappi Cat. 156-1003-00.

Confezioni composte da: 1 impianto e 1 tappo di chiusura

 
IMPIANTO DENTALE EXACONE® Ø 2.9 con tappo di chiusura
 
PROCEDURA CHIRURGICA
Uso della fresa a pallina o a lancia per creare l’invito sull’osso corticale Uso della fresa pilota (Ø2.2 mm): forare ad una profondità pari alla lunghezza dell’impianto Uso della fresa allargatrice (Ø2.8 mm): forare ad una profondità di 6.5 mm. Inserimento impianto.
Scarica la procedura chirurgica completa
 
Consulta i casi clinici con l'impianto Exacone 2.9
 
Le illustrazioni e le indicazioni descritte in questa pagina sono da intendersi di carattere generale e non costituiscono indicazioni terapeutiche od operative per il Medico Chirurgo, l’Odontoiatra, né tanto meno per il paziente. La Leone S.p.A. non si assume alcuna responsabilità né fornisce alcuna garanzia circa l’esattezza o l’attinenza delle informazioni fornite in queste pagine web.